Avvolta nel cellophane!

 Seguimi sui Social!

 Condividi!

Translate

||Ooops: questa pagina contiene immagini di nudi.. Devi essere maggiorenne per scorrere la pagina e visualizzare le Foto!||

Cellophane,
una parola che evoca nella mente dell’osservatore una surreale sovrapposizione di immagini, legate paradossalmente ed inscindibilmente l’una all’altra.

La presenza del cellophane, che copre e spoglia al tempo stesso quel candido corpo umano, lasciandolo vergognosamente ignudo, ci fa rielaborare i nostri vissuti storici ed erotici, e anche preistorici, rendendo visibile agli altri i nostri pensieri più reconditi.
A tal punto che i pensieri stessi si fondono con l’universo più metafisico, fino a diventare cosmicamente comprensibili e fruibili!

E così, l’artista ignaro, espone, quasi ‘pericolosamente’, queste sovrapposizioni di pelle nuda e di plastica trasparente, introducendo il visitatore in questo ambiente asetticamente erotico, come a renderlo partecipe dell’opera stessa, facendolo sovrapporre, a volte sopra, a volte sotto, alla schermatura di cellophane.
La metafora della sovrapposizione traslucida diviene così spazio da abitare, uno spazio accogliente, caldo, materno, intimo, ma comunque inquietante e sfuggevole.
Lo sprofondamento dello scrutatore in questa sua sovrapposizione surreale, dinamica fruitiva focalmente polarizzata dal punto di vista dei rapporti umani più profondi, diventa metafora dell’intero meccanismo della fruizione artistica: la dimensione individuale delle pulsioni erotiche, si evolve in “percezione universale”, culturalmente codificata, della follia.

L’arte del Corselli è chiaramente e profondamente problematica. Si lancia in un’esperienza estetica che sceglie la pelle vera, quella del corpo umano, e la pelle finta, lo strato di cellpohane, prendendo in giro la vulnerabilità dello spettatore, che si ritrova a misurarsi faccia a faccia, pelle a pelle, con le sue paure, le sue illusioni, le sue frustrazioni!
Il Corselli, inoltre, ricarica, attraverso l’arte, una millenaria riflessione sull’esigenza formale e funzionale di proteggersi, a livello umano e a livello fotografico-artistico, avvolgendosi fino all’asfissia ed isolandosi dal mondo esterno e dal propagarsi di tutte quelle virusologie patologiche, virulenti e velenose, che la società moderna ci propina!

Fabio Corselli

Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo
Cellophane - Fabio Corselli Fotografia Palermo

Sicilia Immagini - Banner Shopping

You May Also Like

error: Contenuto, testi e immagini, protetto da Copyright!